SANITA’ MALATA – 500mila italiani non hanno i soldi per le medicine

Ogni persona in Italia spende in media 816 euro all’anno per curarsi, mentre la fascia più povera ha un budget di appena 128 euro all’anno. Questo dato emerge dal 7o rapporto dell’Osservatorio sulla Povertà Sanitaria (Fonte Leggo – 5 dicembre 2019).

Nel 2019  oltre 470mila italiani hanno visto nella farmacia un luogo al di fuori delle proprie possibilità economiche e hanno tagliato le spese sanitarie.

Di conseguenza, le richieste agli enti di assistenza sono aumentate del 4,8% rispetto al 2018. Tra i più richiesti sono i farmaci per il tratto alimentare e metabolico, per l’apparato muscolo scheletrico, per quello respiratorio e per il sistema nervoso.

La prevenzione è il primo costo ad essere tagliato. Questo comporta che le famiglie con minori possibilità economiche siano costrette a spendere in farmaci non compresi dal Servizio sanitario nazionale il 65% del proprio budget sanitario, mentre le famiglie che possono effettuare più controlli e misure preventive spendono in medicinali il 42% delle loro spese mediche.

In questo quadro poi, le famiglie con figli minorenni risultano le più penalizzate.

Il Rapporto sottolinea che i servizi odontoiatrici sono i più emblematici. In questa Italia divisa in fasce più povere c’è chi spende solo 2,19 euro al mese in media per le cure dentarie, contro i 32 euro mensili medi per le altre famiglie.